lunedì 10 giugno 2013

Buona Ragione N° 8

Ottava cartolina della serie 20 Buone Ragioni per Regalare un Libro a un Bambino (ed. Topipittori).

per regalargli un bel momento di Silenzio
dentro e fuori di lui
 
Questa è una delle cartoline che preferisco.

I momenti di silenzio sono indispensabili nella vita; creano spazio (fuori e dentro).
Uno spazio pronto per colmarsi di Nuovo (nel senso di "cose nuove", ma anche di "ancora").
Un luogo interiore in cui ci si scopre, ci si esplora, si impara ad ascoltare e ad ascoltarsi.
Un posto unico in cui si Cresce.
Da lì, da quel nucleo muto e mutevole, ci si espande per poi mescolarsi e armonizzarsi con il Fuori.
Una danza continua.

Questo tipo di "viaggio" può nascere spontaneamente, o può essere stimolato, provocato da più cose.
Musica, natura, movimento, arte e, ovviamente, libri.

Il libro che mi ha regalato un prezioso momento di silenzio è stato questo:

di Suzy Lee - ed. Corraini
 
Quel giorno ero in Libreria; erano arrivati i nuovi pacchi di libri da scoprire e catalogare e sistemare negli scaffali.
Eravamo G., S. ed io.
Nel primo scatolone il nuovo libro della Corraini: L'Onda.
Tolgo la plastica protettiva, prendo il primo libro e lo apro.
Lo sfoglio, mentre i nostri occhi seguono in silenzio la storia.
Arrivata alla fine lo chiudo, me lo stringo al petto e dico: "il primo è venduto, è mio!"
Senza bisogno di parole, di spiegazioni... G., S., ed io ci sorridiamo annuendo.
 
Molti di voi lo conosceranno già e l'avranno ammirato più volte.
Per chi ancora non l'avesse fatto lascio due video... (poi andate a comprarlo!)
 
 
 


Inutile dire che la versione del Chronicle Books, grazie ad animazione e colonna sonora, possiede un suo fascino.
Personalmente, però, prediligo la versione casalinga e cartacea di Tobias.
In essa, come nella lettura reale, ci si può soffermare nelle singole pagine, si può immaginare la propria musica di fondo e, soprattutto, si può godere di quel particolare e unico momento di Silenzio.


Aggiungo a questo ricordo da "adulta", la constatazione che, durante l'infanzia, ogni libro letto è stato per me fonte di infiniti momenti di silenzio e quiete.
Quella sensazione di immergersi in mondi paralleli, sentirne odori e suoni, vederne i colori, viverne le emozioni. E a lettura conclusa... sentirsi come stordita, rilassata, rinata.
Esattamente come dopo una bella dormita o una lunga meditazione che, in fondo, non sono altro che profondi stati di Silenzio interiore.

Buone letture!

Nessun commento: